VADEMECUM ANALISI

In questa sezione trovi indicazioni utili all’approccio ai test di laboratorio e la preparazione all’esame.

Esami - Allergie

Le analisi per valutare le allergie vengono eseguite su campione di sangue venoso.

E’ possibile valutare le immunoglobuline di tipo E totali (Prist), e anche effettuare la ricerca delle IgE specifiche (Rast) dirette contro l’allergizzante.

Si possono richiedere Rast per valutare interi pannelli (pannello inalanti, pannello pollini, pannello alimenti, pannello insetti ecc) o singoli allergeni come ad esempio “epitelio di gatto” o “alimento Kiwi”.

Per la preparazione all’esame su campione venoso clicca “qui”
Per informazioni complete sulle analisi allergologiche proposte clicca “qui”

Esami - Coagulazione

Le analisi di coagulazione vengono eseguite su campione di sangue venoso.

Esami di coagulazione sono Tempo di Protrombina o Tempo di Quick, Tempo di Tromboplastina attivata, Fibrinogeno, Antitrombina III, Proteina C anticoagulante, Proteina S, Resistenza alla proteina C attivata.

Per la preparazione all’esame su campione venoso clicca “qui”

Esami - Curva glicemica

L’esame della curva glicemica prevede più prelievi venosi da eseguire ad intervalli di tempo prestabiliti, prima e dopo l’assunzione del carico di glucosio. 
Viene chiesto al paziente di riferire il suo peso corporeo. 
Non si esegue curva glicemica per pazienti la cui glicemia di base è superiore a 150 mg/dL.

Prima di effettuare la prestazione “curva glicemica” il paziente deve osservare:

  • Digiuno. Il digiuno prima del prelievo deve essere di almeno 10 ore: è tollerata la sola assunzione di modesta quantità di acqua. Evitare stress ed astenersi dal fumo.
  • Dieta: nei 3 giorni precedenti il prelievo la dieta deve essere quella abituale.
  • Assunzione di farmaci: è consigliabile, in accordo con il Medico curante, evitare i trattamenti terapeutici non indispensabili: alcuni farmaci potrebbero causare interferenza.
  • Esercizio fisico: l’esercizio fisico va evitato nelle 12 ore precedenti il prelievo di sangue.
  • Stati morbosi: il paziente deve informare il Prelevatore dell’esistenza di stati morbosi intercorrenti non inerenti il motivo dell’esame richiesto (febbre, stato influenzale,…) e di terapie in corso.

Dopo il prelievo di base e l’assunzione del carico di glucosio il paziente deve:

  • attendere di fare i successivi prelievi stando seduto in sala d’attesa e ripresentarsi in ambulatorio secondo orari stabiliti
  • non consumare cibo, non fumare e non fare attività fisica fino all’esecuzione dell’ultimo prelievo; è possibile l’assunzione di acqua in modica quantità.
Per la preparazione all’esame su campione venoso clicca “qui”

Esami - Farmaci

I dosaggi di farmaci vengono eseguiti su campione di sangue venoso. Il dosaggio del farmaco è utile per aiutare il paziente a mantenere la concentrazione del farmaco all’interno di un range di riferimento, evitando sovradosaggi.

I farmaci più comunemente dosati sono Levetiracetam (Keppra), Digossina, Acido valproico, Dintoina.

Per la preparazione all’esame su campione venoso clicca “qui”

Esami - Feci

Le feci possono essere indicate con l’esame chimico fisico, per la ricerca microbica di Salmonelle, Shigelle, Campylobacter, Rotavirus, Adenovirus, Helicobacter pylori, Parassiti e per la ricerca di Sangue occulto, Calprotectina fecale, Tossine Clostridium ecc.

La ricerca del sangue occulto nelle feci talvolta richiede 3 campioni che devono essere raccolti da tre scariche diverse. I campioni possono essere portati in BMED ANALISI singolarmente o insieme.

La ricerca dell’Enterobius vermicularis (Ossiuri) viene eseguita con lo scotch test.

Per informazioni sulla raccolta feci clicca “qui”
Per informazioni sulla raccolta per eseguire lo Scotch test i clicca “qui”

Esami - Gravidanza

Le analisi in gravidanza vengono eseguite su campione di sangue venoso, ma anche su urine e tampone vaginale.

Per valutare la presenza di una gravidanza viene richiesto l’esame HCG eseguito nel sangue o il test di gravidanza eseguito nelle urine; entrambi i test vengono refertati in giornata.

Gli esami di laboratorio per tenere sotto controllo l’andamento della gravidanza eseguiti nel sangue sono solitamente: Emocromo, Ferritina, analisi delle Emoglobine, Gruppo sanguigno, Glicemia, Curva glicemica, Transaminasi AST ALT, HIV, Epatite B, Epatite C, Toxoplasma IgM e IgG, Citomegalovirus IgM e IgG, Rosolia IgM e IgG, Parvovirus IgM e IgG, Herpes Virus IgM e IgG, Test di Coombs.

Utile per valutare l’andamento della gravidanza è anche l’analisi delle urine del mattino e l’eventuale urinocoltura in caso di sospetta cistite.

Per la preparazione all’esame su campione venoso clicca “qui”
Per la raccolta urine clicca “qui”
Per informazioni curva glicemicaclicca “qui”

Esami - Liquido seminale

Il campione di liquido può essere anche indagato per accertare l’eventuale presenza di batteri, responsabili di infezioni come, per esempio, la prostatite e l’uretrite.

Per la raccolta liquido seminale per spermiocoltura clicca “qui”

Esami - Ormoni

Le analisi ormonali vengono eseguite su campione di sangue venoso.

Gli ormoni vengono prodotti dalle ghiandole endocrine del nostro organismo e agiscono su uno specifico organo bersaglio.

Esami ormonali possono essere richiesti ad esempio per valutare la funzionalità tiroidea, l’apparato riproduttore femminile, per valutare il controllo della glicemia o per valutare il controllo del livello di calcio, di sodio e di potassio ematico.

Per la preparazione all’esame su campione venoso clicca “qui”

Esami - Routine: Biochimica clinica e Emocromo

Le analisi di chimica clinica e emocromocitometria vengono eseguite su campione di sangue venoso e sono in grado di fornire una serie di informazioni per la salute del soggetto. Esse, risultano fondamentali per il monitoraggio dello stato di salute anche in assenza di sintomi, come strumento di prevenzione.

Tali indagini rappresentano di solito il primo gradino quando si vuole cercare una diagnosi e risultano fondamentali anche per il monitoraggio di una patologia o prima di un intervento chirurgico.

Gli esami di Biochimica clinica più comuni vanno ad indagare gli zuccheri, i lipidi, gli enzimi, gli elettroliti, le proteine e i prodotti di escrezione.

L’esame emocromocitometrico indaga il numero e la morfologia di globuli bianchi, globuli rossi, piastrine, la quantità di emoglobina e altri importanti indici eritrocitari.

Per la preparazione all’esame su campione venoso clicca “qui”
Per eseguire un check di prevenzione clicca “qui”

Esami - Tampone faringeo, linguale, auricolare, nasale e oculare

In generale, l’esecuzione di un tampone microbiologico serve per verificare la presenza di patogeni nella sede di prelievo che possono causare infezioni come faringotonsilliti, otiti, riniti o fastidi oculari.

Per la preparazione al Tampone faringeo

Per l’esecuzione di Tampone faringeo è indispensabile: 
- non assumere antibiotici o antimicotici da almeno una settimana 
- è possibile fare una colazione leggera se non si è facili al vomito; altrimenti evitare la colazione

Per la preparazione al Tampone linguale

Per l’esecuzione di Tampone linguale è indispensabile: 
- non assumere antibiotici o antimicotici da almeno una settimana 
- è possibile fare una colazione leggera se non si è facili al vomito; altrimenti evitare la colazione

Per la preparazione al Tampone auricolare

Per l’esecuzione di Tampone auricolare è indispensabile: 
- non assumere gocce auricolari, antibiotici o antimicotici da almeno una settimana 
- in prossimità del prelievo non toccare, nè togliere eventuali secrezioni dalle orecchie

Per la preparazione al Tampone nasale

Per l’esecuzione di Tampone nasale è indispensabile: 
- non assumere spray nasali, antibiotici o antimicotici da almeno una settimana 
- in prossimità del prelievo non toccare, nè togliere eventuali secrezioni dal naso

Per la preparazione al Tampone oculare

Per l’esecuzione di Tampone oculare è indispensabile: 
- non assumere colliri, antibiotici o antimicotici da almeno una settimana 
- in prossimità del prelievo non toccare, nè togliere eventuali secrezioni dagli occhi

Esami - Urine

Le urine possono essere indagate con l’esame chimico fisico e microscopico, con l’urinocoltura, e possono anche essere impiegate per il dosaggio di analiti o per ricerche citologiche.

L’esame completo delle Urine verifica parametri come peso specifico, pH, presenza di proteine, glucosio, emoglobina, pigmenti biliari, corpi chetonici, urobilinogeno, nitriti e valuta il sedimento urinario.

L’esame Urinocoltura dà informazione sulla presenza e tipologia di agenti batterici che causano infezioni urinarie. Con l’urinocoltura può essere richiesto anche l’antibogramma che è un saggio che valuta la sensibilità del germe agli antibotici e può aiutare il Clinico nella scelta della terapia farmacologica.

L’esame urine Citologia ha la finalità di ricercare la presenza di eventuali cellule anomale nelle urine. Tale indagine di solito viene richiesta su tre campioni che devono essere raccolti in 3 mattine diverse. Per eseguire tale indagine vengono richieste al paziente alcune informazioni riguardanti le vie urinarie.

Per la raccolta urine per esame chimico fisico clicca “qui”
Per la raccolta urine per urinocoltura clicca “qui”
Per la raccolta urine per esame citologico clicca “qui”
Per la raccolta urine per raccolta urine di un neonato clicca “qui”

Esami - Urine 24 ore

Le urine 24 ore sono campioni biologici utili al dosaggio di analiti come calcio, fosforo, proteine, glucosio, cortisolo, metanefrine, normetanefrine, catecolamine ecc. o per dosare la clearance urinaria.

A seconda dell’analita da ricercare, la raccolta delle urine 24 ore deve essere eseguita con o senza acido: leggere con attenzione la preparazione all’esame di seguito riportata.

Per la raccolta urine 24 ore clicca “qui”
Raccolta urine 24 ore acidificate clicca “qui”

Esami - Urgenza

L’esame “urgente” è l’esame che viene refertato da BMED ANALISI in giornata.

La refertazione in giornata è sempre garantita per i seguenti esami: Beta HCG sierica, Creatinina, Glicemia, Fibrinogeno, Potassio, Prova immunologica di gravidanza,Tempo di Protrombina (Quick), Tempo di Tromboplastina parzialmente attivata (aPTT), Esame urine chimico fisico e microscopico.

Richieste di prestazioni anticipate urgenti verranno valutate dagli Operatori Responsabili e, se possibile, soddisfatte.